Kim bar, il cinese col fuori menu

Kim Bar

A due passi da San Siro si nasconde un piccolo ristorante cinese senza orpelli, dove il piatto migliore è una sorpresa che non troverete sul menu. Al Kim Bar è d’obbligo farsi guidare dai consigli di Monica, la proprietaria: vi suggerirà un piatto diverso di volta in volta, indovinando i vostri gusti.

Foto di Marta D’Arcangelo


I consigli di Monica sui piatti cinesi

È la mia prima volta in questo ristorantino con l’aria da ex bar, eppure appena inizio ad ordinare – tagliatelle di riso con peperoni, manzo e soia nera – Monica è già pronta ad avvertirmi, come se mi conoscesse: “non ti piacerà la soia nera”. Io mi ostino a richiedere ugualmente il piatto, ottimo per ogni altro aspetto, ma sul particolare tipo di legume devo dare ragione a lei: un palato da occidentale non è abituato a certi sapori. Viene il turno del secondo e stavolta seguo il suggerimento di Monica: così arriva al tavolo la portata del giorno, non segnalata nel menu, che consiste in un appetitoso involtino di gamberi in sfoglia di tofu essiccato, con contorno di broccoli. Non c’è da pentirsi nemmeno dei ravioli all’erba cipollina: l’impasto artigianale è inconfondibile fin dal primo morso.

Da Hong Kong a San Siro

Il marito di Monica è in cucina con le mani letteralmente in pasta. Viene dalla regione tra Canton e Hong Kong, e la sua specialità è abbinare il gusto di quella terra alla spesa del giorno; potete ordinare piatti conosciuti, come gli gnocchi di riso, o qualcosa di originale, come le melanzane in salsa Yuxiang e la torta di rapa. La famiglia serve ai tavoli, lui invece ci mette l’esperienza nella preparazione: Monica mi racconta che è stato per anni ai fornelli del ristorante Ta Hua, certamente più famoso e patinato del Kim Bar, ma anche più costoso.

Niente fronzoli, grazie

Qui invece sarete sazi con 15 euro, sempre che la semplicità faccia al caso vostro. Al Kim Bar è frequente trovarsi gomito a gomito con altri commensali: anche contando i tavolini all’esterno, lo spazio complessivo rimane piccolo e il locale è molto frequentato. Ci sono amici che vogliono fare due chiacchiere davanti a un gustoso piatto, coppie che non pretendono cene a lume di candela, ragazzi della porta accanto che sono rimasti col frigo vuoto, e anche cinesi connazionali dei proprietari: i frequentatori del Kim Bar sanno che non tutto l’oro luccica.

Info

  • Orari
    Aperto tutti i giorni pranzo e cena.
  • Costi
    Pranzo sui 10 euro, cena sui 15 euro.