Il parco segreto dell’anfiteatro

Parco archeologico dell'Anfiteatro romano

Passando davanti al portone di via De Amicis 17 si intravede un bel chiostro, che sembra il solito spazio privato di qualche casa ricca del centro. E invece si tratta dell’ingresso a un parco pubblico con tanto di rovine romane, assolutamente sconosciuto, che abbiamo scovato solo grazie alla bella segnalazione di Valentina (grazie!). Per renderlo più accessibile al pubblico basterebbe aprire l’ingresso da Santa Maria della Vittoria, ma per ora godiamoci il silenzio generato dalla segretezza.

Foto di Organirama


L’anfiteatro romano di Milano

Entrando dal portone si arriva a un patio con porticato, a un secondo cortile e infine a un incredibilmente grande parco, dove si trovano parte delle fondamenta di un grande anfiteatro romano. Tra il II e III secolo venne costruito qui un anfiteatro ellittico, lungo 155 metri e largo 125 metri, in grado di ospitare 35 mila spettatori (per rendersi conto della grandezza basta pensare che il Colosseo ha 50 mila posti). L’anfiteatro venne gradualmente abbandonato con l’affermarsi del cristianesimo. Dal IV secolo l’anfiteatro fu smantellato e le sue pietre utilizzate per la costruzione della Basilica di San Lorenzo. Non se ne seppe nulla fino al 1931, quando iniziarono gli scavi archeologici, conclusi negli anni Settanta. Oggi il terrapieno ricorda il perimetro originario dell’enorme anfiteatro, uno dei più grandi del mondo.
Se passate di qua il giovedì, il venerdì o il sabato mattina potete fare un giro gratis all’Antiquarium Alda Levi, dove si racconta la storia dell’anfiteatro e spiega il funzionamento degli anfiteatri romani.

Il parco dell’Anfiteatro di Milano

L’area dell’anfiteatro è diventata nel 2004 un parco racchiuso tra via De Amicis, via Conca del Naviglio e via Arena. Nel parco ci sono faggi, noci bianchi, sambuchi e belle querce. Il parco non è particolarmente attrezzato, tranne qualche panchina qua e là. Però ha il grande vantaggio che ci si può sdraiare senza pericoli sul prato verde, perché qui i cani non possono entrare.

La segnalazione di Valentina

E’ un grande giardino pubblico che convive con i ruderi dell’antico anfiteatro, nel cuore della parte più antica dell’urbis, ormai incamerato in un dedalo di vie trafficate appena oltre la cerchia dei Navigli. Quasi nessuno lo frequenta, soprattutto perchè non è facile trovare come entrare: l’accesso è da un portone, in via De Amicis, mi pare che il civico sia il 17. Un’oasi urbana con verde ben curato, dove appartarsi a sfogliare un libro, lontano dalla folla. Attenzione agli orari, purtroppo anche d’estate chiude presto.

Segui SurviveMilano per avere altre dritte su Milano

Info

  • Orari
    Parco Archeologico Orario invernale dal martedì al venerdì: 9-16,30 sabato: 9-14 Orario estivo dal martedì al venerdì: 9-18 sabato: 9-14 Antiquarium dal martedì al sabato: 9,30-14
  • Costi
    Gratis

Lascia un commento