L’erborista che ti prepara una cura su misura

Erboristeria Novetti

Nell’erboristeria di Paolo Sarpi non si entra per caso. Perché la vetrina pare fatta apposta per scoraggiare gli avventori. Una vetrina con erbe secche tra la polvere. Perché i clienti all’erboristeria di Francesco Novetti arrivano con il passaparola.  Quando entri incominci a capire la qualità del posto perché ci si immerge nel profumo di mescolanza delle erbe conservate nei cassettoni di legno che coprono le pareti. Spesso ci sono altre persone che aspettano seduti sulle quattro sedie appoggiate al muro. Ognuna con un problema, piccolo o grosso da risolvere o magari solo con il bisogno di essere tranquillizzata. E il signor Novetti ascolta e consiglia tutti, per adattare le ricette di base sulla persona, tenendo conto del suo stato psicofisico, a differenza della farmaceutica che produce gli stessi medicinali per tutti.


Foto di organirama

Un’antica erboristeria

L’erboristeria consiste in una stanzetta le cui pareti sono coperte da cassottoni pieni di fogli secche e ingredienti delle tisane preparate da signor Novetti. Tutto ha l’aria di non essere cambiato molto negli ultimi cinquant’anni. Questa è la più antica erboristeria di Milano a conduzione familiare: Quando Italo, padre di Francesco, aprì questa erboristeria nel 1952, c’erano solo cinque erboristerie a Milano. Nel dopoguerra la cura con erbe officinali era utilizzata da poche persone – dopo la guerra di tutto si aveva voglia tranne che del vecchiume che ricordasse, soprattutto in città, le origini contadine. A differenza di ciò che è accaduto nell’Europa centrale, soprattutto in Francia, in Italia la tradizione erboristica ha avuto un crollo, nonostante fino alla seconda guerra mondiale l’Italia fosse stata uno dei principali paesi del mondo produttori di erbe officinali. Poi l’interesse è cresciuto negli anni Sessanta e Settanta, con l’espandersi della cultura alternativa.

Tisane, ma anche preparati ed estratti

Francesco Novetti e, da qualche anno sua figlia Elena, preparano tisane (infusi e decotti) ma vendono anche preparati in polvere (ottimo quello per la gravidanza, che contiene ferro e sali minerali) ed estratti (per esempio le compresse di echinacea per prevenire i mali stagionali dell’inverno).

Erbe officinali italiane

Dopo il crollo della coltura delle piante officinali nel secondo dopoguerra ora in Italia si sta assistendo a un rilancio del settore, dovuto anche dall’aumento dei prezzi nel resto del mondo. Ci sono zone d’eccellenza in tutta la penisola. Novetti compra le erbe da fornitori che hanno l’incarico di raccogliere le piante in giro per il mondo, di prepararle e soprattutto di sottoporle a controlli chimici, che rilevino non solo la validità dei principi attivi, ma anche l’eventuale presenza di sostanze inquinanti.

Quando usare la fitoterapia

Si possono utilizzare i prodotti erboristici in caso di necessità (quando emerge un disturbo, un malessere, un dolore), oppure in modo preventivo (se si ha una debolezza, per esempio allo stomaco o al sistema nervoso). Le malattie più curate da Novetti sono quelle stagionali (raffreddamenti, digestivi), osteo-articolatorie, legate ai cambiamenti di stagione (d’estate il drenaggio), ma anche disturbi legati al sistema nervoso (per dormire, per l’ansia, lo stress).

Un’erboristeria che è veramente un’erboristeria

Oggi l’erboristeria è ormai è una moda, tanto che non c’è farmacia che non abbia un reparto dedicato ai rimedi erboristici. “Ma non sempre una moda diventa cultura”, puntualizza Novetti. E ciò è dimostrato dal fatto che oggi il concetto di erboristeria si è svuotato di significato: non si può mai sapere che cosa si può trovare in un’erboristeria, perché si va dalla vendita di oggettistica, di prodotti industriali, di integratori. Tale confusione è nata nel 2006, con la legge Bersani sulla liberalizzazione del commercio, che ha reso possibile a chiunque l’apertura di un’erboristeria, anche se è privo di un titolo di studio specifico (che si può ottenere con una laurea triennale). Così ci si trova in erboristerie che vendono portaincensi, cosmetici oppure integratori. Oggi sono circa 150/200 le erboristerie a Milano, ci ricorda Novetti, che tra l’altro è il presidente dell’Arle (Associazione Regionale Lombarda Erboristi).

Segui SurviveMilano per avere altre dritte su Milano

Info

  • Nome
    Erboristeria Novetti
  • Indirizzo
    Via Paolo Sarpi 63 Milano
    Mappa
  • Telefono
    0233603259
  • Orari
    Aperto tutti i giorni. Chiuso lunedì, domenica e in pausa pranzo.
  • Costi
    Tisane da 6 euro, tinture da 9 euro
  • Mezzi
    Bus 43, 57

Lascia un commento